Castiadas

Published on 13 Marzo, 2019 | by Redazione

0

Il primo grande resort rompe gli indugi: “Ai nostri ospiti solo verdure coltivate nei campi di Castiadas”

I gustosi fichi d’india coltivati (quasi) in riva al mare. E così i cetrioli, i peperoni, le melanzane, i pomodori e tutte le verdure. Coltivate e poi trasportate in pochi minuti nelle grandi strutture ricettive.

Grandi villaggi del sud est della Sardegna che da quest’anno offriranno ai propri ospiti il gusto ed il sapore della terra sarda perché acquisteranno in esclusiva le produzioni degli agricoltori locali.

Il primo accordo è stato siglato dal direttore del Santa Giusta Giovanni Iozza (villaggio 4 stelle che si affaccia sull’incantevole Scoglio di Peppino a Costa Rei) con il giovane agricoltore di Castiadas Fabio Barbato.

Quest’ultimo dovrà produrre in esclusiva per il villaggio oltre cento quintali di frutta e verdura, dai fichi d’india ai meloni tortarelli.

Un produzione a chilometro zero dal momento che i sedici ettari di terreno di Barbato si trovano ad appena cinque minuti dal villaggio.

“Con questa scelta – ha detto il direttore Iozza – si valorizza la produzione locale e si recupera il legame con il territorio riscoprendo i sapori della vera campagna”.

Commenti

Commenti

Tags: , ,


About the Author

Redazione



Comments are closed.

Back to Top ↑