Calcio muravera serie D festa

Published on maggio 10th, 2016 | by Redazione

0

Il miracolo sportivo del Muravera calcio (e il pagellone di Stefano Boi)

Un miracolo sportivo da applausi a scena aperta. Il Muravera calcio è riuscito a conquistare la salvezza diretta nel suo primo anno di serie D. Lo ha fatto al termine di una stagione difficile e allo stesso tempo strepitosa grazie al pareggio strappato fuori casa all’ultima giornata contro l’Ostia Mare (nella foto postata da Fabio Vignati la gioia per la salvezza appena conquistata). Ma ecco il pagellone di un anno da incorniciare a cura dell’esperto Stefano Boi.

Portieri.
Alessandro Arrus. Ha dato sicurezza alla difesa in momenti anche bui salvando molte partite. Voto: 8
Enrico Galasso. Sempre pronto quando è stato chiamato in causa nonostante fosse il dodicesimo. Voto: 7,5

Difensori.
Fabio Vignati. Partito così così poi è uscito fuori il vero giocatore che è mettendo a segno anche dei gol molto importanti. Voto: 8
Giacomo Chessa. E’ mancato parecchio e la sua assenza si è fatta sentire. Voto: 6,5
Marco Vercelli. Primo anno, inesperto, non gli si poteva chiedere troppo anche perché la categoria era molto alta. Voto: 6
Simone Contu. E’ riuscito a tamponare bene sulla sua fascia, molto deciso sull’uomo. Voto: 7
Ansoumane Tamba. E’ stato continuo ma con diverse sbavature. Ottimo quando spingeva, in difesa però non dava molta sicurezza. Voto: 6,5
Michael Baone. Si è speso in diversi ruoli aiutando la squadra. Voto: 7
Andrea Massessi. Diverse sbavature all’inizio della stagione poi si è ripreso alla grande. Voto: 7
Matteo Maccioni: Stagione sfortunata, ha giocato nel periodo più buio. Voto: 6
Giacomo Cappai: Utilizzato poco ma si è sempre fatto trovare pronto. Voto: 6,5

Centrocampisti.
Nicola Sogus. Un mostro. Voto: 8,5
Mirko Onano. Croce e delizia fino a quando c’è stato. Voto: 7
Andrea Satta. La categoria forse per lui, nel suo ruolo, era molto alta. Ha qualità. Voto: 6,5
Luca Concas. Sarà stato un caso ma quando si è rimesso le scarpette ha dato sicurezza alla squadra. Sempre lì, ci fosse stato dall’inizio forse avremmo sofferto meno. Voto: 8
Sillah Kebba. Si è sempre fatto notare. Voto: 6,5

Attaccanti.
Marco Dessena. Grandi qualità anche se dovrebbe tenere meno la palla. E poi non molla mai. Voto: 7,5
Emanuele Cotza. Ogni volta esce stremato, non si è mai risparmiato. Voto: 7,5
Omar Porru. Ha giocato poco, aveva Cotza davanti, Però sempre pronto. Voto: 6,5
Antonio Mesina. Grande impegno e con soli 3 gol ci ha dato cinque punti. Ci si aspettava però molto di più. Voto: 6
Sergio Nurchi. Dieci no solo perché sarebbe la perfezione assoluta. E’ una forza della natura, devastante. Può giocare in ben altre categorie. Voto: 9,5

I mister.
Stefano Senigagliesi (allenatore nella prima parte del campionato). Sino a quando c’è stato sufficienza piena. E’ uno che ne mastica di calcio e ricordiamoci che l’anno scorso con lui abbiamo vinto il campionato. Voto: 6
Marco Piras: Ha salvato una squadra che non sembrava destinata a salvarsi. E’ riuscito ad inculcare ai giocatori il loro vero valore. Voto: 8
La dirigenza. Nonostante qualche piccolo disagio iniziale dovuto all’inesperienza sono riusciti a mantenere una società piccola in una categoria grande con un occhio al budget. Voto: 8

Commenti

Commenti

Tags: ,


About the Author

Redazione



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Ricevi subito i tuoi SARDinia COIN

    SARDINIA COIN Ricevili Gratis - Airdrop
  • Scopri le meraviglie della Sardegna

  • Categorie

  • Articoli Recenti

  • Fans

  • In evidenza