News

Published on 2 Ottobre, 2013 | by Claudia Zedda

0

San Basilio: la porta d’accesso alle stelle

 

Fa un po’ strano pensare che in Sardegna sia stato posizionato il più grande fra i radiotelescopi d’Europa eppure le cose stanno proprio così. Si chiama Sardinia Radio Telescope (Srt) e si è scelto di posizionarlo in località di San Basilio, è nato dopo lunghi 10 anni di progettazione e costruzione e ieri è stato inaugurato.

Il progetto ha visto collaborare l’Istituto Nazionale di Astrofisica, l’Agenzia Spaziale Italiana e la Regione Sardegna. Tanto per dare qualche numero questo gigante ipertecnologico è costato 70 milioni di euro, dista circa 40 chilometri da Cagliari e si è scelto di posizionarlo a circa 70 metri d’altezza. La sua antenna ha un diametro di 64 metri e pesa 500 tonnellate, è figlio di 3 mila tonnellate di acciaio e punta i suoi obiettivi con precisione millimetrica. Ovviamente i suoi obiettivi sono le stelle già che il piccolo (si fa per dire) Sardinia Radio Telescope è stato pensato per cercare oggetti lontanissimi, mai visti prima d’ora.

Potrà studiare le sorgenti radio provenienti dall’universo e pure ricevere segnali dalle sonde interplanetarie, che diciamocela tutta, fa un po’ fantascienza. Eppure è tutto vero, tant’è che pure Napolitano, impegnato com’è in questi giorni, non ha potuto fare a meno di congratularsi per questo progetto a cinque stelle made in Sardinia.

Commenti

Commenti

Tags:


About the Author

Avatar



Comments are closed.

Back to Top ↑