Parole e musica in memoria di un'occasione mancata...." /> Si marcia divisi anche sulla Zona Franca - SARDEGNA


Zona Franca

Published on 1 Luglio, 2013 | by Nino Melis

0

Si marcia divisi anche sulla Zona Franca

Parole e musica in memoria di un’occasione mancata.

Il centrodestra sardo ha sfilato a Roma insieme al presidente Cappellacci per rivendicare dal Governo l’ istituzione di una zona franca integrale per tutta la Sardegna. Nelle stesse ore il centro sinistra si è ritrovato al T Hotel di Cagliari per sostenere i punti franchi doganali, bollando come velleitaria la proposta di zona franca. Non sono mancati all’appuntamento ( quale coerenza!) anche molti amministratori di centro sinistra di Comuni e Province che pure avevano votato l’adesione alla Zona Franca.

Non voglio entrare nel merito delle ragioni, tutte legittime, che hanno indotto ciascuno schieramento politico ad adottare le proprie decisioni.

Appena un anno ci separa dalle elezioni e la tattica tende a prevalere sulla strategia. Non mi resta che constatare, con grande amarezza, che i Sardi hanno perso una importante occasione per rivendicare, tutti uniti, la realizzazione di un grande progetto nato con i padri fondatori dell’Autonomia Regionale.

Già siamo pochi e contiamo poco in parlamento… Dopo questa vicenda, la forza contrattuale della nostra Isola nei confronti di Roma non è certo destinata ad aumentare.

Non ci resta che far salire su un palco immaginario i rappresentanti dei due schieramenti politici per un confronto musicale sulla vicenda. Potremmo almeno sorridere e, forse, divertirci un poco. Mi limito a suggerire un canovaccio per il confronto musicale tra  Ugo Cappellacci del Pdl presidente della Regione e  Silvio Lai segretario regionale del Pd. Lai offre una piattaforma comune incentrata sui punti franchi doganali ma Cappellacci la giudica ”minimale” e replica sulle note della canzone ‘‘Io ti darò …di più” (Orietta Berti 1966).

Silvio Lai accusa a sua volta Cappellacci di aver cavalcato l’onda dei Comitati pro Zona Franca in vista delle imminenti elezioni regionali e gliele canta sulle note della canzone ”Che fretta c’era..maledetta Primavera ” ( Loretta Goggi, 1981).

I nostri lettori possono però avanzare , se lo ritengono opportuno, alternative musicali certamente migliori di questa. Un po’ di ironia non guasta.. in un contesto in cui, a voler essere realisti “non ci resta che piangere”.

RISPONDETE AL NOSTRO SONDAGGIO

Chi vincerà le elezioni del 31 Maggio a Muravera e Villaputzu?

  • Muravera - Marco Falchi (24%, )
  • Muravera - Milena Mocco (19%, )
  • Villaputzu - Gianfranco Piu (35%, )
  • Villaputzu - Sandro Porcu (22%, )

Loading ... Loading ...

Puoi votare una sola volta.
Segna una o più risposta e clicca su “Vote”.
Per vedere i risultati clicca su “View Results”.

Questo sondaggio non ha un valore statistico.
Si tratta di rilevazioni non basate su un campione elaborato scientificamente.

Hanno l’unico scopo di permettere ai visitatori di esprimere la propria opinione su temi di attualità.

.

.

.

.

.

Commenti

Commenti

Tags:


About the Author

Avatar



Comments are closed.

Back to Top ↑