Cultura

Published on 14 Giugno, 2013 | by Claudia Zedda

Web writer freelance: istruzioni per l’uso

 

E’ una domanda che mi pongono spessissimo: come posso diventare web writer freelance? E ogni volta che cerco di dare una risposta mi sento un po’ Mago Merlino e un po’ Maga Magò, perché cerco di regalare la formula magica che tutti si aspettano di ricevere, ma di formule magiche, te lo devo confessare, non ne esistono.

Quel che posso dire è che scrivere per il web è un gran bel lavoro, e se svolto in mode freelance, è ancora più gratificante, per cui ecco quello che proprio non può mancare a chi ha deciso di rimboccarsi le maniche e di sfogare la propria creatività online.

Skill personali (ossia le attitudini che proprio non possono mancare)

Passione e capacità. Se vuoi davvero scrivere per il web l’unica cosa che non ti può mancare è l’attitudine alla scrittura: nella vita si impara a fare tutto, ma se del web writing intendi fare una professione è importante che i rudimenti del “buon scrivere” ti appartengano. Insieme a quelli (li potrai affinare strada facendo) non può proprio mancare la passione: quando quello dello scrittore digitale diventerà per davvero un lavoro, stancante come tutti i lavori, sarà la passione a tenerti a galla.

Costanza. Ci sarà sempre qualcuno che non stimerà il tuo lavoro e che ti consiglierà di cambiare obiettivo: è quello il momento buono per tirar fuori la tua costanza. Se credi sinceramente nelle tue capacità non devi abbandonare al primo no, al quale è probabile seguiranno moltissimi si.

Umiltà. La vanità è la croce e la delizia degli scrittori, sia che scrivano per il web, sia che scrivano per il più tradizionale mondo cartaceo. Bene se stai pensando di imbatterti nell’avventura della scrittura digitale metti sotto chiave la tua vanità e spolvera la cara vecchia umiltà: ricorda che in questo settore c’è sempre da imparare e mai come in questo settore è vero il detto  “chi si ferma è perduto”!

Il miraggio della ricchezza. E’ un miraggio appunto! Un web writer d’esperienza e dalla professionalità indiscussa guadagna, e mensilmente può portare a casa un buono stipendio, ma chi è agli esordi deve masticare più di un civraxiu (per i non sardi l’equivalente di una bella pagnotta italiana) duro. Ci si deve fare le ossa, si devono imparare i trucchi del mestiere e soprattutto si deve creare la propria reputazione digitale… ma di questo parleremo poi.

Nella borsetta del web writer freelance

Tastiera in mano. E’ fondamentale disporre di un computer per inaugurare la professione di web writer, e non può mancarti nemmeno una rete adsl: sono le chiavi d’accesso al paradiso dello scrittore web freelance.

Blog personale. Il blog personale è un’ottima vetrina verso la quale indirizzare i tuoi clienti, e un’ottima palestra che ti aiuterà a perfezionare il tuo stile: grazie ad un blog personale potrai perfezionare il tuo stile, farti conoscere dagli utenti che hanno fatto del web una passione, e potrai conoscere meglio il mondo nel quale desideri lavorare. Ricordati che i blog sono come le patatine: ne apri uno e vorresti subito aprirne un altro, ma per la loro gestione ci vuole tempo e pazienza; te lo dice una che di blog ne ha aperto quattro!

Cellulare. Tanto per non staccare mai dal lavoro, è importante disporre di un buon cellulare. Alcune mail, anche se fuori casa, le devi leggere subito, e altrettanto rapidamente dovrai inviare una risposta. Il mio consiglio è però quello di spegnere il cellulare almeno durante il fine settimana: saremo pure degli stacanovisti, ma anche noi abbiamo bisogno di riposo.

Agenda. Guardo le previsioni del tempo online, sfoglio il giornale sul web, effettuo e ricevo chiamate su pc ma all’agenda, quella cartacea, non rinuncio. E’ un ottimo mezzo per organizzare il proprio tempo: che tu preferisca la tradizione o l’innovazione ricorda, un freelance senza agenda non può esistere proprio!

Commenti

Commenti


About the Author

Avatar



Back to Top ↑