Ambiente

Published on 21 Marzo, 2012 | by Redazione

0

Sardegna Sud-Est … non solo mare

Un amore che non si scorda mai. Da molti è vissuto così il mare della Sardegna. Perchè quelle incredibili immagini di acque cristalline, quei magici fondali di sabbia bianchissima, restano impressi nella memoria che ne diventa dolcemente, irrimediabilmente “schiava”. Questa è vera poesia. Ed è questo il volto bellissimo e più noto della Sardegna sudest, con le sue meravigliose spiagge e le sue coste mozzafiato. Il mare è da sempre il primo biglietto da visita per un territorio che tuttavia “non è…solo mare”. C’è un immenso tesoro nascosto che in pochi ancora hanno avuto il privilegio di scoprire. Possiamo raccontare di quei luoghi affascinanti e a tratti selvaggi che rappresentano il “cuore pulsante” di questo sud-est Sardegna dai mille volti. Il Parco dei Monti dei Sette Fratelli fa parte di questo grande patrimonio che è l’entroterra della Sardegna sud-est. Un luogo questo, caratterizzato e modellato nel tempo dalla presenza dell’acqua. La grande foresta dei Sette Fratelli, deve il suo aspetto lussureggiante proprio all’acqua che copiosa sgorga dalla roccia o sul terreno granitico, creando guizzanti cascatelle e vere e proprie piscine naturali. Nel bosco tipicamente mediterraneo si possono ammirare i lecci, le querce da sughero, i corbezzoli, il mirto e tante altre piante e organismi che con i loro profumi avvolgono l’aria rendendola preziosa ed amabile. Anche la montagna in questo Sudest Sardegna può dunque regalare intense emozioni. Per chi, stanco delle infinite giornate tra sole, mare e spiaggia, desidera regalarsi un’escursione diversa dal solito, magari trovando un po’ di refrigerio nel pieno della stagione calda, le soluzioni non mancano. Basta guardare un po’ “oltre”. I sette Fratelli, ma anche i Tacchi d’Ogliastra e tanti altri luoghi caratterizzati da una rigogliosa vegetazione spontanea e da percorsi escursionistici di grande interesse, possono rappresentare non già un’alternativa al mare, ma assolutamente una meta da prestabilire. Sarà una piacevole scoperta per il turista che visiti per la prima volta l’entroterra, in questo sud-est, constatare la presenza di numerose strutture ricettive che del connubio “tradizione-ospitalità” hanno fatto il loro biglietto da visita. Le aziende agrituristiche in particolare rappresentano una grande risorsa per il turismo “montano” da queste parti. E pare ultimamente che i numeri confortino questo concetto sempre più esteso ed aperto del fare turismo valorizzando l’ambiente e avvicinandosi alla tradizione. La vacanza può dunque iniziare e tra mare e montagna anche in Sardegna possiamo dire con serenità che ci sia “l’imbarazzo della scelta”

Commenti

Commenti

Tags:


About the Author

Redazione



Back to Top ↑