Villaputzu panchina devastata

Published on gennaio 30th, 2018 | by Redazione

0

Raid vandalici, l’atto forte del sindaco: Nessun genitore dica ‘mio figlio non può essere stato’

Nel Sarrabus, esattamente a Villaputzu, un sindaco ha denunciato pubblicamente un raid vandalico compiuto in una delle piazze principali del paese, piazza Leonardo Da Vinci.

Raid notturno durante il quale (probabimente) dei giovanissimi hanno distrutto panchine, fioriere, lampioni. E poi imbrattato i muri (compresi alcuni murales), divelto cestini portarifiuti, sporcato ovunque.

Il sindaco, il giovane Sandro Porcu, si è rivolto direttamente ai genitori: “Nessuno dica: non è stato mio figlio”. E cioè, come si legge nel duro comunicato sulla pagina fb del Comune “non trinceriamoci dietro un “mio figlio non può essere stato”, perché a sradicare le panchine stanotte, a devastare le fioriere la notte di Natale, a imbrattare i muri, a distruggere l’arredo urbano, i lampioni, i muretti… di sicuro è stato il figlio di qualcuno”.

Un appello, insomma, a tutte le mamme e papà perché si rimbocchino le maniche e aiutano la comunità a trovare una soluzione al problema del disagio giovanile.

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on LinkedIn

Commenti

Commenti

Tags: ,


About the Author

Redazione



Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Prenota in sardegna
  • Scopri le meraviglie della Sardegna

  • Categorie

  • Articoli Recenti

  • Fans

  • In evidenza